articoli vari corsa eventi prima pagina

Alla Garda Trentino segui gli orsi e scopri il percorso, veloce e spettacolare

Ormai mancano solo 10 dieci giorni ma già da tempo le iscrizioni sono chiuse.

La Garda Trentino Half Marathon quest’anno ha fatto davvero il botto con più di cinquemila partecipanti al via.

Io sono in fase di costruzione e non ho obiettivi se non quello di testare le mie nuove Brooks Ghost 9 su una media distanza. Quindi potrò godermi il piacere di correre un po’ di chilometri senza troppo stress da prestazione e gustarmi il favoloso percorso panoramico.

Ma se avete un obiettivo cronometrico da raggiungere, allora seguite gli Orsi!

Sì esatto, gli orsi. Così da sempre sono chiamati i ‘pacer’ alla corsa organizzata da Trentino Eventi.

Ma chi e cosa sono i pacemaker, o meglio, gli ‘orsi’? Null’altro che atleti esperti, che conoscono molto bene il percorso, e che vi aiuteranno a conseguire il risultato cronometrico desiderato: 1h24’ – 1h29’ -1h34’ – 1h39’ – 1h44’ – 1h49’ – 1h54’- 1h59’ – 2h09’ e 2h14’.

Orsi, anzi… Orsetti in questo caso anche sulla 10km dove sono previste tre fasce di ritmo: da 4’30” per ogni chilometro,  4’45” ed infine al ritmo dei 5’00” minuti per chilometro.

E il percorso della Garda Trentino Half Marathon è davvero ideale per raggiungere un buon risultato cronometrico: non solo è spettacolare ma veloce e col vento che spinge.

Un vero peccato non tentare (e questo lo dico tra me e me ma giuro che resisterò alla tentazione!).

Io ho la brutta abitudine di non studiare il percorso delle gare in anticipo e arrivo sempre impreparata. Invece conoscere il percorso è molto utile per gestire forze e risorse.

Ecco qui allora il percorso della Garda Trentino Half Marathon nel dettaglio:

Da 0 a 4kmDalla start-line al 4°km la strada è lievemente in discesa, approfittando dell’adrenalina della partenza si può e si deve forzare un pochino sul ritmo facendo però massima attenzione a non esagerare per non pagare lo sforzo maggiore magari nel finale di gara trovandosi senza benzina.

Da 5 a 11km – Dal 5° all’11° chilometro il percorso sale leggermente verso l’abitato di Arco dove ci sarà il giro di boa, davanti agli occhi, là in fondo in lontananza, il castello. Un falsopiano ondulato nel complesso tutto da gestire con la massima calma. Necessita mantenere il ritmo e i nervi saldi senza forzare. Si può godere poi degli applausi del pubblico del centro di Arco, sede di partenza della 10km.

Da 11 a 18km – E’ il tratto più veloce, quello dove bisogna crederci e provarci davvero per fare ‘il tempo’ e per guadagnare posizioni in classifica. Dal km 11 si entra sulla ciclabile e si costeggia il Sarca con in fronte il Lago di Garda che piano piano si avvicinerà, si scende verso Torbole per poi arrivare a Riva del Garda. Se si è fortunati si potrebbe anche godere di un leggero colpo di vento  alle spalle che arriva da nord e segue il flusso del lungofiume che va a immettersi nel Garda.

Da 18 a 21km – Negli ultimi chilometri da Torbole si costeggia il Garda, percorso dolcemente ondulato ma il magnifico panorama distrae e allevia parecchio lo sforzo finale dove comunque bisogna tener duro e dare tutta l’energia che si ha in corpo. Adesso o mai più come sempre nel finale di ogni fare. L’arrivo  è in centro di Riva.

Folla. Applausi. Medaglia e sorrisi per le foto di rito.

Ci vediamo domenica 13 novembre 2016, ore 10. Riva del Garda.

brooks-ghost-9-2

partenza-e-arrivo-garda-trentino

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply