corsa prima pagina recensioni

AMAZFIT: IL MIGLIOR COMPAGNO DI ALLENAMENTO

Podisti imbruttiti non si nasce, si diventa.

Ho preparato la mia prima maratona solo con il cronometro.

Uscivo al parco e correvo: un’ora, due ore, tre ore!

In seguito avere un gps – e fare allenamenti mirati – mi ha cambiato la vita.

Al punto che ormai se per sbaglio dimentico di ricaricare il gps per l’allenamento è subito panico e disperazione!

Anche se io io le ripetute me le scrivo sulla mano o su foglietto che metto nel taschino, non le ho mai impostate sul mio orologio.

Che poi impostare gli allenamenti è nulla ormai nell’era degli smartwatch: oggi il gps che hai al polso è programmato anche per urlarti dietro frasi motivazionali (o insulti!) come fosse il coach!

Questa premessa per parlarvi degli sportwatch Amazfit.

Amzfit è la linea di smartwatch proposta da Huami, azienda che ha saputo attirare l’attenzione a livello internazionale con prodotti di qualità proposti a prezzi decisamente contenuti.

I prodotti Amazfit sono distribuiti ufficialmente anche in Italia dall’inizio dell’anno e proprio a fine agosto sono stati lanciati diversi nuovi modelli di sportwatch e smartwatch grazie ai quali Huami si è guadagnata un posto tra i top brand mondiali.

Ma parliamo dei 2 modelli più venduti della linea Amazfit, quelli che provato io:

Amazfit Verge e Amazfit Bip.

 

AMAZFIT VERGE

AMAZFIT

La cosa che mi ha colpito di più è lo schermo in grado di mostrare immagini vivide e realistiche.

Funziona come uno smartphone: notifica le chiamate, a cui è possibile rispondere direttamente dal telefono, messaggi, whatsapp, tutto.

Oltre al normale conteggio dei passi, al monitoraggio della frequenza cardiaca e alla valutazione delle calorie bruciate, la presenza del GPS permette anche di monitorare i nostri allenamenti e di avere statistiche più approfondite rispetto a varie attività sia indoor che outdoor.

Le modalità sport sono 11, ma manca il nuoto, cosa che purtroppo non rende questo modello adatto per il triathlon.

Io l’ho utilizzato 3 volte, uscendo a correre anche con il mio gps top di gamma nell’altro polso, per confrontare la precisione delle misurazioni.

Da questo punto di vista super promosso: il segnale gps prende in un lampo, la differenza tra i 2 orologi nel registrare la media passo al km era di appena 1 o 2 secondi, a volte 0.

E’ poi è davvero semplicissimo da usare, ho scaricato la app in un attimo.

Il display si attiva con un doppio tocco e subito vi troverete di fronte alla vostra watchface principale.

Una volta all’interno si controlla tutto tramite tocchi e swipe.

Dopo 3 allenamenti la batteria non si era ancora esaurita.

Il problema però è che l’ho trovato piuttosto scomodo.

Nel senso che è uno sportwatch troppo grande e troppo pesante per il mio polso.

Ma ripeto: per il MIO polso!

Mi è sembrato in definitiva un orologio più maschile, che femminile.

O comunque non adatto alle donne che abbiano un polso esile come il mio.

Lo sportwatch è uno strumento utilissimo in allenamento e in gara, ma una volta indossato devi dimenticarti di averlo. Io invece ne avvertivo la presenza tutto il tempo durante la corsa.

AMAZFIT BIP

AMAZFIT

Probabilmente per le donne può essere più adatto questo modello più sottile e leggero, decisamente meno invasivo e dal design più ‘elegante‘ e meno sporty.

Io lo indosso tutto il giorno.

Le funzionalità sono minori – ricevi tutte le notifiche di app e messaggi ma non puoi usarlo come fosse uno smartphone – e la qualità delle immagini è più bassa rispetto al Verge, ma se quello che chiedete prima di tutto al vostro sport watch è di essere un buon compagno di allenamento allora Amazfit Bip è quello che fa per voi!

Come il Verge trova il segnale gps in un attimo ed è super preciso, cosa che a mio parere rimane la più importante.

Ti dice tutto quello che serve: passo al km, distanza, tempo, chilometri percorsi.

Nella schermata successiva la traccia del percorso effettuato ed una serie di altri dati utili tra cui dislivelli, salite, discese, frequenza cardiaca, calorie bruciate.

Un altro dettaglio interessante è che l’orologio è collegato al movimento del polso: va in stand by quando abbassi il braccio e si illumina quando lo alzi per guardare il display. Comodissimo!

Gli sport impostati sono 4: corsa, tapis roulant, ciclismo e camminata. Manca il nuoto anche qui ma l’orologio è resistente all’acqua e può immergersi senza problemi.

Infine la batteria: sfruttando il gps in modalità continua l’autonomia arriva fino a 22 ore! Questo vuol dire che è possibile utilizzarlo anche per gare lunghe (penso a un trail in montagna ad esempio) senza paura che ci abbandoni!

Utilizzando il gps 4 volte a settimana per un’ora come faccio io la batteria dura circa tre settimane.

Naturalmente funziona tramite touch e swipe e non mancano tutte le funzioni basiche come ad esempio contapassi, monitoraggio del sonno, sveglia, meteo.

Uno sportwatch basico, ma preciso, funzionale ed elegante con un rapporto qualità prezzo strepitoso: Amazfit Bip costa solo 79,00 euro!

Scoprite tutta la linea di sportwatch e smartwatch Amazfit qui:

amazfit.shop

Buone corse!

Michela

amazfit

AMAZFIT

 

 

 

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply