corsa prima pagina recensioni

ASICS GEL CUMULUS 21: IL PRIMO AMORE NON SI SCORDA MAI

Il primo amore non si scorda mai.

O almeno così dicono.

L’amore vero, quello che trovi dopo qualche storia breve, di quelle che lo vedi subito che non funziona e che ti fanno pure soffrire.

Poi si sa, si cresce, si cambia e viene voglia di fare nuove esperienze.

Sono felice, sto bene, ma forse là fuori c’è qualcosa di meglio da provare. Ci siamo passati tutti, no?

Le Asics Gel Cumulus sono state il mio primo amore.

Quando sono partita alla ricerca della mia scarpa ideale, diversi anni fa, sono passata attraverso vesciche, dolori e problemi.

Finchè al terzo tentativo, guidata dal mio negoziante di fiducia, ho incontrato le Asics Gel Cumulus, uno dei modelli di punta di Asics.

Le ho indossate e da quel giorno correre è diventato puro piacere. Non le ho abbandonate per anni. Con le varie edizioni di Cumulus ho corso la maggior parte delle mie gare, dalle 10 km alla maratona.

Poi ho avuto voglia di cambiare.

E oggi, dopo 4 anni, torno finalmente alle Cumulus, passando dalla 17 alla 21.

La Cumulus nasce come scarpa ammortizzata per runners che macinano chilometri. Una buona scarpa da maratona e da allenamento.

Io l’ho usata tutta l’estate senza problemi sia per allenamenti veloci che per allenamenti lunghi.

In questi anni ho maturato la convinzione che preferisco sempre e comunque una scarpa bene ammortizzata che mi dia sostegno e protezione, purchè non sia troppo pesante. E in questo le Cumulus sono compagne perfette.

Oggi credo che per noi amatori i primi parametri da considerare debbano essere comodità e protezione.

Ricordo che una volta il gestore di un famoso negozio di scarpe da running, dove mi ero recata alla ricerca di una scarpa leggera che valorizzasse le mie prestazioni, mi ha detto: finchè non si corre sotto i 4′ al km una scarpa vale l’altra.

Non vi nascondo che ci ero rimasta male, visto che io mi consideravo una tapasciona ‘veloce’.

Col tempo continuo a pensare che avesse un po’ esagerato, ma che avesse anche un po’ ragione.

La cosa veramente importante nella scelta di una scarpa è sentirla comoda, adatta al nostro piede, al nostro appoggio e al nostro peso.

Per questa ragione io trovo la Cumulus adatta anche alle distanze più veloci, per me che non sono lentissima o pesante ma che sotto i 4’/km non vado 😉

In questi anni le caratteristiche tecniche di questa scarpa si sono decisamente evolute.

L’ammortizzazione è stata potenziata grazie alla nuova tecnologia FLYTEFOAM™ Propel, progettata per ammortizzare e sostenere il piede sulle lunghe distanze.

La tecnologia GEL sull’avampiede e sulla parte posteriore del piede fornisce un livello eccezionale di assorbimento degli urti.

Uno strato ulteriore di schiuma offre un avvolgimento più morbido e ammortizzato attorno alla caviglia.

Una scarpa che sa essere protettiva e confortevole, senza essere troppo pesante. Parliamo di meno di 300 gr nel modello da uomo.

A mio avviso anche con una buona capacità di reazione e un buon ritorno di energia.

Per tornare al discorso di cui sopra, io ci ho corso dal lungo lento alle ripetute 3×1500 intorno ai 4’10-15/km.

Promossa anche la tomaia super traspirante grazie al tessuto Jacquard, che allo stesso tempo riduce il peso totale della scarpa.

Io le ho utilizzate durante tutta questa estate rovente e zero vesciche e piedi cotti.

Infine, considerando che spesso noi donne siamo costrette a tapparci il naso di fronte a colorazioni giallo aulin e altre oscenità in nome delle prestazione, le Asics Gel Cumulus da donna offrono diverse opzioni di colore davvero fighissime, dal sempre gradito total black al violet al color corallo.

Da provare.

Potete acquistare le Asics Gel Cumulus 21 cliccando qui.

Buone corse.

Michela

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply