alimentazione articoli vari corsa prima pagina

CIOCCOLATO E BANANE: AMICI DEI RUNNERS?

Da quando frequento la scuola di macrobiotica e terapia alimentare (dove spero di diplomarmi entro l’anno) ho imparato a valutare il cibo e gli alimenti da un altro punto di vista.

Anche le domande che mi pongo sono cambiate.

Prima di cambiare alimentazione la domanda principale, di fronte a un alimento, era se facesse ingrassare o meno (ne sapete qualcosa?). Poi sono passata a: questo alimento fa bene o male?

Oggi la domanda di fronte a un alimento è semplicemente: COSA FA?

Quali effetti produce questo alimento su di me?

La filosofia orientale ci permette di valutare i nostri alimenti attraverso una visione che non è solo quella “molecolare” della scienza della nutrizione, che ci offre tutte le informazioni possibili su composizione e proprietà dei cibi.

Il mezzo che serve per valutare l’equilibrio alimentare è il principio di yin e yang: yin corrisponde a tendenze espansive e yang contraenti.

L’armonia sta nel trovare un equilibrio dinamico tra questi opposti.

Partendo da questo nuovo punto di vista mi sono fatta la fatidica domanda di fronte a due super alimenti tra i più amati da noi runners: CIOCCOLATO FONDENTE e BANANE.

Il principio d’armonia regola anche il rapporto tra noi e l’ambiente. Quando l’ambiente è yin, freddo e umido, gli esseri viventi devono creare equilibrio immagazzinando fattori yang, ovvero fattori che possano trattenere il calore e mantenere integra la loro forma.

Mentre quando un clima è sempre caldo, come accade nelle fasce climatiche tropicali, si può parlare di ambiente yang e ciò che vi cresce contiene fattori yin, espansivi e raffreddanti.

Per questa ragione, fra tutti i frutti, quelli tropicali sono estremamente yin, il che significa che hanno un effetto energetico espansivo e dispersivo nel corpo e possono contribuire alla perdita di calore (raffreddano il corpo) e alla perdita di sali minerali e forza vitale.

Le BANANE quindi sono certamente alimenti super sani – ricchissimi di minerali, soprattutto di potassio, e di vitamine – ma se considerati solo dal punto di vista delle molecole che contengono.

Lo stesso vale per il CIOCCOLATO FONDENTE.

Da un punto di vista NUTRIZIONALE il cioccolato fondente è si un potente antiossidante grazie all’alto contenuto in polifenoli che hanno una riconosciuta utilità nella lotta contro i radicali liberi (con conseguente riduzione dei potenziali rischi di molte malattie).

Ma da un punto di vista ENERGETICO anche cacao e cioccolato hanno in sè una potente energia YIN come tutti i cibi stimolanti e provenienti da un’emisfero diverso dal nostro.

L’energia yin estrema, come quella delle banane e del cioccolato, raffredda e indebolisce, se invece è equilibrata, rilassa e rinfresca.

Questo non vuol dire che sia sbagliato mangiare banane e cioccolato (che oltre tutto sono alimenti buonissimi).

E non vuol dire nemmeno che facciano male.

Ma come rispondono alla domanda: cosa mi fa?

Banane e cioccolato possono da un punto di vista energetico creare a lungo andare una tendenza negativa, ma dipende dal consumo che se ne fa e dal nostro stato di salute.

Un pezzettino di banana a fine allenamento (entro mezz’ora possibilmente) ci fa benissimo perché gli zuccheri semplici che contiene ci aiutano a ricostruire le scorte di glicogeno perse durante lo sforzo fisico.

Quando corro in montagna ai ristori quasi sempre scelgo il cioccolato fondente perché per me, lì, in quel momento, è l’alimento adatto.

In questi casi il punto di vista molecolare è vincente.

Ma se è inverno e abbiamo il raffreddore mangiare una banana tutte le mattine per colazione (vale anche per la spremuta d’arancia in questo caso) non ci farà bene dal momento che la sua energia raffredda il corpo e lo indebolisce.

Nulla fa bene o fa male in assoluto.

L’importante è essere consapevoli, conoscere e considerare i vari punti di vista, sperimentare e arrivare alle proprie conclusioni: questo secondo me è l’approccio giusto per occuparsi di sé e della propria salute.

#RunVeg

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply