alimentazione prima pagina

Come rinforzare il sistema immunitario con il cibo

“Fa‘ che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo“ – Ippocrate

 

Una frase bella e giusta, ma ormai trita e ritrita che tutti noi abbiamo sentito almeno una volta o letto a mo’ di slogan sui social.

Ma cosa significa veramente?

Significa che ogni giorno, almeno tre volte al giorno, attraverso il cibo, noi abbiamo il potere di rinforzare o indebolire la nostra salute.

Ma raramente ne siamo consapevoli.

Anche perché nessuno ce lo insegna.

Persino oggi, che siamo in piena emergenza sanitaria, nessuno pone particolarmente l’accento su questo aspetto della prevenzione.

Eppure la scelta del cibo, ogni giorno, può fare la differenza tra benessere e malessere, tra salute e malattia.

Ma come è possibile pensare che ciò che ingeriamo ogni giorno non influisca sulla nostra salute?

Mangiare oggi è un atto scontato che affrontiamo spesso con superficialità, con la fretta o con “la gola”.

Ma hai mai provato a pensare al cibo come una medicina?

Esistono alimenti che ostacolano il corpo a guarirsi e alimenti che lo sostengono in questa sua capacità innata.

Alimenti che infiammano e che disinfiammano, che intossicano e disintossicano, che rinforzano e che indeboliscono, che riscaldano e che raffreddano.

Vediamo dunque come possiamo, attraverso la scelta del cibo aiutare il corpo a sviluppare una sua capacità innata: quella dell’autodifesa.

La nostra attenzione dovrà concentrarsi soprattutto su INTESTINO E RENI.

Quali sono dunque gli alimenti e le abitudini migliori per rinforzare questi due organi?

Cominciamo con 2 belle liste, che a noi occidentali piacciono tanto!

Alimenti da ridurre o evitare, il cui consumo abituale o eccessivo ci può indebolire:

CARNE
SALUMI
LATTICINI
ZUCCHERO
OLI E GRASSI DI CATTIVA QUALITA’
olio di palma, margarine vegetali ad esempio
ALCOL
ALIMENTI TROPICALI
banane, avocado, cacao, caffè, cocco
PRODOTTI RAFFINATI
farine, cereali e pasta non integrali
PRODOTTI DA FORNO SCADENTI
Questi prodotti di solito contengono farine raffinate, eccesso di glutine e lieviti chimici, che possono indebolire    
PRODOTTI INDUSTRIALI CONSERVATI E TRASFORMATI

Alimenti consigliati, il cui consumo regolare può rafforzare il nostro organismo e le nostre difese:

SEMI
cereali integrali in chicco, legumi, e tutti i tipi di semi
In generale tutti i semi (quindi anche cereali in chicco e legumi) contengono in sé un valore energetico molto potente e conferiscono forza all’organismo.
VERDURA DI STAGIONE
Con particolare attenzione alle foglie verdi, per le loro proprietà disintossicanti e l’alto contenuto di vitamina C
ALIMENTI FERMENTATI, CONDIMENTI SPECIALI E ALIMENTI IN SALAMOIA
(salsa di soya, miso, gomasio, umeboshi, olive di buona qualità, crauti)
per la forza unica che aggiungono e per mantenere l’equilibrio della flora intestinale.
ALGHE

UN AIUTO IN PIU’

Come dice la mia cara amica e bravissima blogger e terapista macrobiotica Dealma Franceschetti non esistono ‘cibi macrobiotici’ ma è vero che esistono alcuni ‘alimenti speciali’ che fanno parte della tradizione orientale che, come piace dire a me, hanno i super poteri e ci possono dare un aiuto in più.

Confesso che anche io tempo fa ascoltavo un po’ scettica chi ne decantava qualità e proprietà. Vittima di certi preconcetti e chiusure mentali che spesso ci impediscono anche solo di provare qualcosa che non conosciamo. Ma ognuno ha i suoi tempi e vanno rispettati.

Ve li presento, ma attenzione. Questi alimenti sono un quid in più. Quello che è veramente importante è cambiare lo stile alimentare.

Chiaro?!

Alimenti in salamoia e verdure pressate

Per rafforzare la flora batterica intestinale ideali anche tutti gli alimenti fermentati e in salamoia.

La salamoia crea batteri utilissimi per la flora intestinale e in generale rafforza l’assimilazione e la formazione di sangue forte.

Le verdure pressate fanno molto bene alla nostra salute e andrebbero mangiate ogni giorno, in piccole quantità: sono fonte di lattobacilli ed enzimi digestivi essenziali per avere sempre una flora intestinale efficiente. I lattobacilli che producono sono dei veri e propri fermenti lattici simili a quelli dello yogurt!

Si possono preparare in casa facilmente. Trovate il procedimento qui.

Ottimi anche i crauti, un alimento che non siamo abituati a pensare come salutare, perché associato, nell’immaginario comune, al non proprio macrobiotico panino col wurstel. Invece i crauti sono una miniera di batteri buoni per il nostro intestino!

Cercali però non pastorizzati. Si trovano in alcuni negozi bio nel reparto del fresco.

Miso

miso sistema immunitario

Gli orientali lo considerano uno dei segreti della buona salute e della longevità.

Consumato tutti i giorni è utile ed efficace per rafforzare e regolare l’intestino e la flora intestinale.  Migliora la digestione, rinforza il tubo digerente, le difese immunitarie, aiuta a disintossicare il fegato.

La zuppa di miso è un piatto meraviglioso che puoi consumare ogni giorno. Ma ti basterà anche solo mettere un cucchiaino  di miso a testa in qualsiasi zuppa o brodo caldo.

Tutto quello che c’è da sapere sul miso e come usarlo qui.

Umeboshi

umeboshi sistema immunitario

Le umeboshi stimolano il fegato, aiutandolo ad eliminare le tossine, rinforzano l’intestino ed hanno azione antiossidante e alcalinizzante.

Hanno inoltre dimostrate proprietà antipiretiche ed antivirali.

Tutto quello che c’è da sapere sulle umeboshi e come usarle qui.

Alghe

Le alghe oltre ad apportare gran quantità di sali minerali hanno la capacità di neutralizzare l’acidità nel corpo e di eliminare i metalli pesanti, che indeboliscono il nostro sistema immunitario.

Puoi utilizzare la wakame in tutte le zuppe o l’alga arame saltata in padella con le verdure, buonissima con le carote, o sbriciolata su tofu e tempeh. Cerca nel web e troverai tante gustose ricette.

Funghi shitake

Gli shitake sono risultati efficaci nel trattamento di alcuni tumori (leucemie e cancro al seno), nella riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue, nella stimolazione del sistema immunitario e in particolare contro i virus.

Puoi mangiarli nelle zuppe o saltati in padella con altre verdure, nella quantità di 1 fungo a testa


RIASSUMENDO

Ideali per tutti cereali in chicco, verdure di stagione e legumi.

Cercando in questo periodo di privilegiare le cotture lunghe, il forno e le doppie cotture.

La cottura trasforma l’energia del cibo e in inverno per scaldarci abbiamo bisogno di cotture forti. Il calore del forno e delle cotture prolungate entrerà in noi sotto forma di energia attraverso il cibo.

In particolar modo vegetariani e vegani dovranno fare attenzione al crudo e a tutti gli alimenti dall’energia raffreddante estrema (insalate, frutta cruda, olio crudo, prodotti tropicali, caffè).

Se possibile abituarsi ad inserire alcuni degli alimenti speciali nelle preparazioni quotidiane.


E se proprio vuoi fare scorta di generi alimentari di prima necessità, avrai capito che pasta bianca, farina 00 e merendine non sono proprio l’ideale.

Ti consiglio invece di non farti mai mancare questi alimenti, non solo in questo momento di emergenza. 

I MAI PIU’ SENZA DELLA TUA DISPENSA

(clicca sugli alimenti per aprire il link per acquistarli online)
RISO INTEGRALE, CEREALI INTEGRALI E PASTA INTEGRALE
(tieni conto che il cereale in chicco ha una resa maggiore della pasta. L’integrale in genere poi ha un potere saziante maggiore per il suo alto contenuto di fibra)
FARINA INTEGRALE
(di grano e di mais)
LEGUMI SECCHI
MISO
SALSA DI SOIA DI BUONA QUALITA’
UMEBOSHI (prugne, purea e acidulato)
GOMASIO
ALGHE
CIPOLLE
VERDURE RESISTENTI
(cavoli e verze, carote, daikon)

ENERGIA DEI RENI

I reni sono l’organo dove risiede la nostra energia vitale. Come fossero le batterie del nostro organismo.

Perciò è molto importante fare in modo che i reni non si indeboliscano.

L’affaticamento dei reni porta come conseguenza anche l’abbassamento delle nostre difese immunitarie.

Eccesso di grassi e di zuccheri combinato al freddo sono tutti fattori che possono indebolire i reni.

Anche per questo l’influenza spesso ci colpisce durante o subito dopo le feste! Le nostre difese sono troppo basse per contrastare virus e batteri.

Per restituire forza e vigore ai reni è bene evitare di consumare troppi cibi che raffreddano e indeboliscono (insalate, frutta cruda, olio crudo, prodotti tropicali, caffè), evitare troppi zuccheri, grassi e latticini.

Puoi aiutarti invece consumando cibi che riscaldano e rinvigoriscono, come i legumi (soprattutto i fagioli), il grano saraceno, il gomasio, il sale marino, la salsa shoyu, il miso, le alghe.

fagioli azuki hanno essi stessi forma di reni e sono il principale alimento che abbiamo a disposizione per nutrirli e rinvigorirli.

Inoltre i fagioli azuki sono molto proteici e ricchi di calcio, ferro e vitamine del gruppo B. E tra i più digeribili di tutti i legumi.

Per prepararli mettili in ammollo per almeno 6 ore con un pezzetto di alga kombu.

Poi cuocili per circa 50 minuti (ma il tempo di cottura varia a seconda della marca che acquisti) nella stessa acqua. L’importante è che a fine cottura siano molto morbidi!

 

sistema immunitarioSono buonissimi e si possono consumare in moltissimi modi, anche per realizzare gustosissimi dolci.

(trovi la ricetta del mio budino di azuki al cioccolato qui).

Infine devi sapere che le emozioni associate a un rene in disequilibrio sono proprio il pessimismo e la paura.

E l’ultima cosa di cui hai bisogno oggi è di alimentare eccessivamente queste emozioni.

La paura, se motivata, è un’emozione positiva in quanto ci permette la sopravvivenza.

Ma quando la paura diventa un freno costante, ci toglie energia, abbassa le nostre difese e ci rende ansiosi, pessimisti e incapaci di affrontare la vita e le nuove sfide che ci propone.


SPORT E DIFESE IMMUNITARIE

Ma lo sport fa bene o fa male?!

Domandona. La cui risposta come sempre è: dipende.

Un’attività fisica moderata, ma costante, specialmente all’aperto, fa senz’altro bene al nostro organismo e alza le nostre difese immunitarie.

Tutti, a qualunque età, dovremmo cercare di camminare e usare le gambe il più possibile, anche per stimolare il meridiano dei reni.

L’attività fisica particolarmente intensa invece, può stressare il fegato e indebolire i reni.

Ricorda inoltre che i reni temono il freddo!

Dunque i questa stagione è importante coprirsi bene, soprattutto tenendo al caldo la zona lombare e i piedi.

Fondamentale mantenere la testa e i piedi al caldo: basteranno un cappello e un buon paio di calze invernali.

 

Soprattutto le donne dovranno fare attenzione alla combinazione corsa/freddo.

La donna, per nutrire la sua energia femminile, l’energia yin, avrebbe bisogno di stare in ambienti caldi e di fare attività rilassanti.

Mentre la corsa è un’attività molto yanghizzante.

Dunque amiche runners per noi è ancora più importante mantenere il corpo al caldo, in particolar modo la zona riproduttiva e i reni, soprattutto quando usciamo a correre in inverno.

Attenzione anche alla piscina in inverno perchè passare troppo tempo in acqua affatica i reni e l’ambiente estremamente yin (freddo e umido) della piscina ci raffredda e ci indebolisce.

In questi giorni in cui tutti gli impianti sportivi sono chiusi possiamo tranquillamente continuare ad allenarci in casa o andando a correre al parco.

Ma possiamo anche approfittarne per riposare un po’, se il nostro corpo ce lo chiede.

IMPARA AD ASCOLTARTI E A SAPER DISTINGUERE LA PIGRIZIA DAL BISOGNO DI RIPOSO!

Ricorda che un corpo affaticato e stanco è un corpo meno predisposto a difendersi dalla aggressioni esterne.

E che la salute è anche la capacità del corpo di reagire alle aggressioni dell’ambiente.

Per costruire un organismo forte, che abbia questa capacità e non lasciare terreno fertile ai virus è importante riposare, mangiare bene e fare attività fisica moderata, ma costante (yoga, passeggiate, corsette all’aria aperta).

E se invece ti piace ammazzarti di sport come me, semplicemente presta ancora più attenzione alla tua alimentazione e al riposo.


Infine sappi che anche se seguirai alla lettera tutti i miei consigli non significa che non ti ammalerai mai.

Siamo umani e non possiamo controllare tutto.

Non ho mai nominato il Coronavirus fino a qui, perché credo che queste indicazioni siano valide sempre e l’unico consiglio che mi sento di darti oggi è di non avere paura e di non essere egoista.

La paura ci mette il paraocchi e ci priva di ogni libertà.

 

Laviamoci le mani ma andiamo scalzi e baciamo la terra ferita

Starnutiamo nel gomito ma asciughiamo le lacrime di chi piange

Non viaggiamo a vanvera, ora è tempo di stare fermi nel mondo per muoversi in noi stessi dentro gli spazi sottili del sacro e dell’umano

Indossiamo le mascherine ma facciamone la cattedrale del nostro respiro

(MelisParolaio)

 

Michela


Michela Montagner
Terapista alimentare
Consulenze private e Corsi di cucina anche a domicilio
Mail: [email protected]
IG: @run_veg
FB: @lastramichi

 

**disclaimer: le informazioni contenute sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non intendono sostituire il parere del medico e/o dello specialista

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Luna
    28 Febbraio 2020 at 15:26

    Articolo interessantissimo tanto che sono subito andata a fare rifornimenti al Naturasi! Ho avuto però un dubbio: meglio miso di riso o di orzo? Hanno differenze sostanziali? Ho visto anche le bustine monodose per zuppe istantanee ed ero tentata di iniziare con quelle, ma poi ho deciso di fare le cose per bene…grazie di tutte le utilissime informazioni. Da quando ti leggo per esempio mio marito ed io siamo diventati dipendenti dalla frutta cotta col kuzu!

  • Leave a Reply