alimentazione articoli vari corsa prima pagina

Depurare il fegato per correre meglio!

Nella visione occidentale il fegato è l’organo che serve ad eliminare impurità e tossine, che coordina e armonizza il metabolismo e soprattutto regola la qualità del sangue.

Nella visione orientale il fegato è un organo yang attraversato da un meridiano yin.

(Per i concetti di yin e yang vi rimando a questo articolo)

E’ l’organo che distribuisce energia e liquidi nel sangue ed è considerato la sede delle emozioni.

La sua funzionalità è legata a quella di tendini, legamenti e muscoli! Capito runners?

E anche a quella di occhi, unghie e genitali.

Ci avviciniamo alla primavera che nella visione orientale è la stagione dell’energia legno, l’energia che nutre il fegato, e si associa alla crescita, al movimento, al risveglio.

L’energia legno dona elasticità al corpo e in particolare a tutti i muscoli.

Se il fegato è intasato o contratto l’energia legno è bloccata e non può circolare regolarmente.

Questo avviene ad esempio se in inverno abbiamo esagerato con cibi grassi, alimenti animali, zuccheri e prodotti da forno.

Ma anche stress, rabbia e un’attività fisica eccessiva o molto intensa (come quella di noi runners ad esempio) possono affaticare il fegato.

Le conseguenze più evidenti sono mal di testa, gonfiori addominali e rigidità muscolare.

Quando il fegato è contratto ci sentiamo rigidi e tesi, legnosi, proprio come un albero!

Se il corpo è rigido si manifestano più facilmente dolori muscolari e articolari e saremo più facilmente soggetti ad infortuni.

Questo è il momento giusto per fare un po’ di pulizia, che le pulizia di primavera non si fanno solo in casa!

La primavera è il periodo più adatto per alleggerirsi dagli eccessi e dagli accumuli dell’inverno e per depurare il fegato.

Ecco di seguito un semplice schemino che riassume cosa piace e cosa non piace al fegato.

Alimenti e abitudini dannose per il fegato:

troppo cibo

cibo troppo elaborato con ingredienti scadenti

prodotti da forno e tutto ciò che è secco e duro

zucchero

alcool e alimenti stimolanti (caffè, cacao)

troppo olio

mangiare tardi la sera

eccessivo uso dei muscoli

lavorare o non dormire di notte

sopprimere le emozioni

Alimenti e abitudini che fanno bene al fegato:

quantità di cibo moderata

poco olio

cereali in chicco (orzo in particolare)

prodotti fermentati

malto d’orzo

sapori agrodolci

verdure a foglia verde

mangiare presto e leggero

andare a letto presto

coltivare la gratitudine, ridere e amare

praticare yoga

Una volta messi in atto per quanto ci è possibile questi accorgimenti e seguendo una dieta semplice, un rimedio specifico molto efficace per depurare il fegato, adatto a tutti e senza controindicazioni, è il brodo di clorofilla.

Depurando il fegato, l’energia legno avrà modo di circolare e in primavera sbocceremo proprio come i fiori sugli alberi, saremo più flessibili e ci alleneremo meglio!

BRODO DI CLOROFILLA

½ tazza di di foglie verdi tagliate fini

1 tazza di acqua

Far bollire per 1 minuto, filtrare e bere il liquido caldo.

Un rimedio ideale anche per creare un ambiente antisettico e sgonfiare la pancia!

 

 

 

 

 

 

 

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Mila
    18 Marzo 2019 at 16:07

    Buongiorno Miky, innanzi tutto volevo ringraziarti per i tanti consigli che ci dai, vorrei chiedertene uno in più, vorrei incominciare a correre, finora ho solo camminato a passo spedito, ma non so come organizzarmi, cioè’ , non so se devo fare del riscaldamento prima di correre e come devo impostare la corsa, se correre per tot minuti poi camminare poi riprendere, non so come organizzarmi per poter arrivare a correre per tot Km.
    Grazie e buona giornata ☀️

    • Reply
      lamichi
      20 Marzo 2019 at 12:04

      Ciao Mila! Intervallare corsa e camminata è un buon metodo. Ci sono diverse tabelle per neofiti su internet, prova a cercarne una. Poi magari quando sarai riuscita a correre per 30 minuti di fila, puoi cercare un gruppo podistico cui aggregarti se vuoi provare con dei lavori più di qualità. Fammi sapere.

    Leave a Reply