corsa eventi prima pagina

SARNICO LOVERE RUN: LA GARA GIUSTA PER RICOMINCIARE!

Mi sono iscritta alla Sarnico Lovere: 25 km e solo 3 settimane per prepararla.

Ho cominciato la settimana scorsa.

Allenamenti a singhiozzo da 1 anno e mezzo.

Stop totale per 2 mesi causa spina calcaneare.

Km ad oggi nelle gambe: 10.

Ritmo: bradipo lento.

E non dimenticate che sono vegana 😉

Una pazzia insomma.

Io non l’ho mai fatto di andare alla sbaraglio.

Se mi iscrivo a una gara lo faccio solo se so di poterci arrivare preparata.

Sono quella che qui a Milano chiamano ‘podista imbruttita‘.

Punto al risultato io. Sono una che corre guardando il garmin.

Nessuna improvvisazione.

Sono sempre stata così. All’università ero quella che si presentava all’esame solo se aveva studiato tutto. Invidiavo quelli che si buttavano avendo letto due libri su sette. Io non ce l’ho mai fatta.

E niente, questa volta invece no. Mi butto.

Sì, ma perchè? Direte voi…

Non lo so. Perchè me lo hanno proposto, ma soprattutto perchè ho bisogno di un obiettivo.

Darsi un obiettivo sfidante, qualunque sia il nostro punto di partenza, è utilissimo per rafforzare la nostra determinazione, che a volte rischia di perdersi tra i mille impegni e pensieri della vita quotidiana.

E la mia si è persa eccome, tra infortuni e tante distrazioni.

Anche prima, quando correre era la mia assoluta priorità, per essere sicura di allenarmi con costanza e qualità, mi iscrivevo a qualche gara impegnativa.

E allora ecco fatto.

Sarnico Lovere, 25 km e 250 mt

28 aprile 2019

Una gara che ho sempre desiderato correre ma che per un motivo o per l’altro ho sempre bucato.

Una gara con un paesaggio unico grazie al percorso che si snoda lungo le sponde del lago d’Iseo. Un tragitto panoramico che promette di far dimenticare ogni fatica! Speriamo, perchè ne avrò tanto bisogno…

sarnico lovere

Una gara che anche quest’anno si sta rivelando un successo con i suoi quasi 4000 podisti già iscritti tra la gara competitiva e la non competitiva.

E quest’anno c’è una grande novità!

Solo acqua “pubblica” e zero bottiglie di plastica sulla strada!

Avete capito bene.

Grazie a UNIACQUE sono state installate 5 torrette di acqua pubblica in corrispondenza dei 5 ristori della gara. In questo modo l’acqua verrà captata direttamente dalla rete idrica pubblica.

Verranno riempiti circa 7/800 bicchieri al minuto con acqua pubblica e soprattutto fresca perchè proveniente direttamente dalla fonte e versata al momento tramite dei dispenser.

In questo modo verranno risparmiate oltre 20mila bottiglie di plastica sulla strada, pari a 450kg di Co2 in meno.

Ovviamente previsto il ristoro anche con sali minerali e tutto verrà servito ai runner in bicchieri di carta riciclabile.

FINALMENTE!

E’ la prima volta che succede in italia.

Speriamo davvero che sia un esempio virtuoso anche per gli altri organizzatori e soprattutto amministratori comunali.

Perchè diciamolo, ormai siamo tutti stanchi di assistere a un tale spreco di acqua nelle gare (che nessuno beve mezzo litro di acqua al ristoro) e soprattutto di vedere le tonnellate di bottiglie di plastica ai lati delle strade a fine manifestazione.

Sarà una 3 giorni di eventi.

Si inizia sabato 27 aprile con le gare riservate ai bambini presso lo stadio comunale di Sarnico, poi domenica mattina da Riva di Solto la 6km non competitiva accessibile a tutti, famiglie e bambini, camminatori o runner di ogni tipo, senza alcuna necessità di certificato medico o tesseramenti federali.

Domenica alle 9.30 lo start ufficiale della Sarnico Lovere Run, la competizione principale.

Alle ore 20 Galà di chiusura presso Lucchini RS a Lovere.

Ma non è finita così, perchè il divertimento continua lunedì mattina al Giro di Montisola con ‘La Corsa dei Campioni’ con Gianni Poli e altri campioni oltre agli atleti keniani e stranieri della Sarnico Lovere Run.

ISCRIZIONI ANCORA APERTE.

Fino alle ore 24.00 del 25 aprile oppure al raggiungimento di 4000 iscritti.

Ci vediamo lì!

Ah! Il mio obiettivo?! Questa volta mi accontento di arrivare in fondo, possibilmente col sorriso!

Al Garmin ci pensiamo alla prossima 😉

Michela

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply