prima pagina ricette

Vegan Sacher alle mandorle

L’8 marzo io – da 11 anni ormai – festeggio un uomo. Il mio compagno, Stefano, che compie gli anni proprio nella Giornata Internazionale della donna (non chiamatela festa, per favore).

L’uomo che mi ha portata a correre la prima volta e mi ha tenuta per mano al traguardo della mia prima maratona.

Che mi ha accompagnata nel percorso veg, e si è (af)fidato a me, alle mie scelte e alla mia cucina per il suo “training” alimentare.

Che ha letto e riletto gli articoli, ogni riga che ho scritto, ha scattato foto, assaggiato piatti, aspettato con pazienza di poter addentare la sua fetta di torta mentre io cercavo la luce giusta per immortalarla.

Che mi incoraggia ad essere sempre me stessa.

Che mi ha insegnato a perdonare, ad amare generosamente, a lasciare andare, e mi ha resa una donna migliore.

Per il suo compleanno mi aveva chiesto la torta di mele della nonna mariuccia, ma non mi è venuta… Ho dimenticato il lievito! che sono disunita si sa, ma non credevo di essere arrivata a un tale stato di esaurimento!

In ogni modo non potevo lasciarlo senza torta e così ho cercato di rimediare con quello che avevo in casa, dato che erano ormai le dieci e mezza di sera del 7 marzo.

E così la storia di questa vegan sacher alle mandorle ha davvero molto in comune con la storia della sacher originale. Leggenda vuole che l’apprendista cuoco pasticciere Franz Sacher, che amava particolarmente il cioccolato, a causa dell’improvvisa malattia del capo cuoco, realizzò questa torta inventata al momento con gli ingredienti a disposizione come dessert di un pranzo ufficiale. E il resto è storia.

Io quindi ho per togliermi dagli impicci ho preparato la mia solita torta al cioccolato che però ho farcito con la marmellata di albicocche per ancora renderla più golosa (e smorzare la otenza di tutto quel cioccolato) e ho ricoperto con la granella di mandorle perchè il cioccolato non mi bastava per la copertura.

Risultato super!!! 

Ve la presento a tocchetti perchè le peripezie del mio dolce di compleanno non sono finite con il lievito dimenticato. Quando ho tagliato a metà la mia torta l’ho sfasciata!

Una volta mi sarei disperata e non avrei mostrato a nessuno un dolce brutto e mal riuscito.

Ma oggi ho deciso di accettare anche i difetti, di andare oltre, vedere se dentro sa di buono, che poi se fuori non è perfetto il mondo andrà avanti lo stesso. E non vale solo per i dolci…

Che poi, con un po’ di mestiere e di fantasia camuffare i difetti non è poi così difficile. Almeno quelli estetici 😉

Una torta di emergenza che si è rivelata uno dei dolci più buoni che abbia mai preparato! E nemmeno così brutta da vedere, che dite?

Ma ecco finalmente la ricetta della mia vegan sacher alle mandorle.

C’è lo zucchero (che tengo in casa giusto per Stefano!) perchè non avevo nè malto nè sciroppo d’acero sufficienti in casa per un dolce, ma potete sostituirlo tranquillamente.

VEGAN SACHER ALLE MANDORLE

Ingredienti:

180 g di farina T2

100 g di zucchero di canna integrale di canna oppure 120 gr di sciroppo d’acero

4 cucchiai di cacao magro

1 cucchiaino di bicarbonato

6 cucchiai di olio di semi di girasole o di mais

1 cucchiaio di aceto di mele

200 ml di acqua

50 ml di succo di mela

100 gr di cioccolato extrafondente

marmellata di albicocche qb

granella di mandorle spelate qb

Preparazione:

Prima amalgamate le polveri: zucchero, farina, cacao e bicarbonato.

Poi aggiungete gli ingredienti liquidi: olio di semi, aceto, succo di mela e poi l’acqua poco a poco.

Se utilizzate lo sciroppo d’acero diminuite leggermente la quantità di acqua.

Mescolate con una frusta fino a ottenere un impasto senza grumi (non preoccupatevi se vi sembrerà un po’ liquido, va bene così).

Infine tritate il cioccolato fondente e unitelo all’impasto.

Mettete tutto nella tortiera oliata e infarinata o coperta da carta da forno e fate cuocere a forno statico a 180° per 35 minuti, ma controllate facendo la prova stecchino.

Sfornate e lasciate raffreddare.

Quindi tagliate a metà la vostra torta, possibilemnte senza sfasciarla 😉

Stendete la marmellata di albicocche su una metà e poi richiudete. Spennellate la superficie con una miscela di acqua e malto e poi cospargete la granella di mandorle bianche.


Potete acquistare gli ingredienti della mia ricetta anche on line:

ZUCCHERO DI CANNA INTEGRALE

FARINA DI GRANO T2

SCIROPPO D’ACERO

MALTO DI RISO

CACAO MAGRO

MANDORLE PELATE


Michela Montagner
Terapista alimentare
Corsi di cucina anche a domicilio
Mail: [email protected]

L’energia della mia cucina e della mia casa è completamente sostenibile, grazie a LifeGate.
Per rendere la tua casa 100% sostenibile puoi scegliere energia da fonti rinnovabili e prodotta in Italia. È un gesto concreto per uno stile di vita che rispetti uomo e ambiente.
Segui questo link per attivarla da solo on line e avere 1 mese di fornitura GRATIS!

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply