articoli vari corsa eventi prima pagina

Wings for Life World Run: un successo mondiale!

Ieri in tutto il mondo, partenza alle 13 ora italiana, si è corsa la Wings for Life World Run.

Un format unico al mondo.

Un evento mondiale il cui intero ricavato finanzierà la ricerca sulle lesioni al midollo spinale.

Una gara senza arrivo, dove il traguardo non è da raggiungere ma è lui che insegue te!

Sai quando parti ma non sai dopo quanto tempo o dopo quanti chilometri ti fermerai!!!

Il meccanismo è molto semplice. Si parte tutti insieme e, dopo mezz’ora dallo sparo, le “catcher cars”, veicoli equipaggiati con sensori speciali, partono dalla stessa linea di partenza per raggiungere tutti i runners presenti sul tracciato.

Le vetture, che viaggiano inizialmente ad una velocità di 15 km/h, aumentano gradualmente la loro andatura lungo tutto il percorso, fino a raggiungere tutti i partecipanti.

Quest’anno a Milano sulla linea di partenza 4.500 runners che si sommano ai 155.000 che hanno corso in tutto il mondo.

Ieri Milano era proprio lei: con il cielo grigio e bigio, con i clacson che suonano come le bande di paese, con il vento gelido di questo maggio che sembra novembre.

L’unico pollice verso di questa domenica è per le previsioni del tempo: annunciati 25 gradi e sole splendente, invece faceva davvero freddo e prima della partenza ha persino piovuto.

Un cambiamento di clima che per una volta mi ha colta impreparata.

Con piena fiducia nelle previsioni del giorno precedente la mattina non ho nemmeno guardato fuori dalla finestra, sono scesa in pantaloncini e maglietta a prendere la bici per recarmi alla partenza e sono stata sorpresa dalla pioggia!

IMG_20170507_120628_665

Costretta a ripiegare sull’autobus, una volta in arena ho trovato i miei amici e Alessandro, il mio coach, con cui avevamo deciso di correre insieme, come l’anno scorso.

Nell’edizione precedente, con un’andatura di circa 5 minuti al km la macchina ci aveva raggiunti che avevamo già passato il 29esimo chilometro.

Ma il mio stato di forma attuale non è minimamente paragonabile a quello dell’anno scorso: ho un dolore al piriforme e al nervo sciatico che non vuole passare, 3 chili in più (ebbene sì!) e dalla maratona di Milano del 2 aprile non avevo praticamente mai più corso.

Questa Wings for Life doveva essere un test per verificare il mio stato di forma e per rimettere un pochino di fondo nelle gambe in vista della Monza Resegone.

I primi 10 km sono andati via lisci, ma di lì in poi ho cominciato a soffrire. Il dolore al piriforme e al bicipite femorale si intensificava e le gambe si marmorizzavano.

Ma la cosa bella della Wings for Life è che poi quando senti arrivare le bici che ti avvisano che la macchina ti sta raggiungendo ti scatta qualcosa dentro che ti fa accelerare!

Non vuoi farti raggiungere e cominci letteralmente a scappare!!!

La catcher car mi ha superato tra il 23esimo e il 24esimo chilometro e non vi nascondo che è stato veramente un sollievo.

IMG_20170508_004042_093

Di lì abbiamo raggiunto il ristoro del 25esimo dove i volontari ci hanno accolti avvolgendoci nelle mantelline termiche.

Presa medaglia e pacco gara ci siamo recati alla vicinissima stazione della metropolitana dove altri volontari distribuivano biglietti atm gratuiti per i partecipanti.

Con la metro in pochi minuti siamo rientrati all’Arena dove abbiamo recuperato le nostre borse.

Organizzazione perfetta!

Birretta di rito e poi tutti insieme abbiamo atteso la conclusione della gara mondiale grazie al maxischermo montato nell’Arena.

IMG_20170507_170131_821

Un’emozione pazzesca! Quest’anno Re Giorgio Calcaterra ha perso il suo primato classificandosi secondo italiano e quarto nella classifica globale, percorrendo 87,1 km.

Vincitore  dell’edizione italiana della Life World Run è il polacco Bartosz Olszewski che ha corso per 88,06 km.

Il vincitore mondiale invece è lo svedese Aaron Anderson che sulle strade infuocate di Dubai ha spinto la sua carrozzina per 92,2 km!

IMG_20170508_004230_319

Io ringrazio chi ha aderito al team di Run Veg mettendo a disposizione di tutti i suoi sudatissimi chilometri: Alessandro, Cristian, Francesco, Giuliano, Claudio, Daniela, Giancarlo, Giuseppe, Paola, Salvatore, Roberta, Nicola e Silvana.

Tutti insieme abbiamo corso 231,94 km. Vincitore del team Francesco Chemolli con i suoi 28,99 chilometri.

Quanto a me, il mio test non è andato benissimo… questa mattina mi sono alzata zoppicante… la mia gamba sinistra è da buttare 🙂

Questa sera fiositerapia e incrociamo le dita.

Intanto archiviamo una gara di quelle che è diventata un appuntamento irrinunciabile e ci vediamo l’anno prossimo con la Wings for Life World Run.

#tuttoilmondocorrera

#pumarunning

#wingsforlifeworldrun

FB_IMG_1494197709997

FB_IMG_1494197790412

FB_IMG_1494197730713

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply