alimentazione articoli vari corsa prima pagina veg runner del mese

La veg runner del mese è Lisa Borzani, la vincitrice del Tor des Geants 2016

Ha corso per quattro giorni e quattro notti fra rocce, boschi, prati e ghiaioni. È salita su ventotto montagne, ha attraversato una ventina di valli, ha percorso 339 chilometri per 30 mila metri di dislivello. Infine, alle cinque del mattino di giovedì 15 settembre, quando il sole non era ancora spuntato sulle cime del Monte Bianco, consumata e felice Lisa Borzani ha tagliato il traguardo di Courmayeur alzando le braccia in segno di vittoria.

E’ lei la vincitrice della categoria femminile del Tor Des Geants 2016, la mitica gara di endurance che si snoda lungo le Alte vie della Val d’Aosta, chiuso in poco più di 91 ore, tempo che la pone anche al settimo posto della classifica generale.

Lisa, Borzari, padovana, 37 anni, vegetariana!

Quando ho letto questa notizia non ci potevo credere. Mi sono detta, ecco, basta, cos’altro rimane da aggiungere? La intervisto e poi chiudo il blog!

Cercando di rintracciarla e di informarmi su di lei sul web, scopro che corre 150 chilometri a settimana e vive piuttosto isolata con il suo compagno, niente televisione e niente computer. Per connettersi vanno alla biblioteca comunale.

E in effetti, in un momento storico in cui siamo abituati ad essere tutti sempre immediatamente raggiungibili, in mille modi, mail, what’s up, messenger, io e Lisa abbiamo dovuto darci un appuntamento telefonico alle 8 del mattino per fare una chiacchierata.

Cosa che, non vi nascondo, mi inibiva anche un po’, che anche di parlarsi a viva voce si è persa l’abitudine.

Per mia fortuna Lisa è davvero una persona semplice, affabile e con cui, abbiamo scoperto, abbiamo molti punti in comune.

Ecco quindi la mia intervista telefonica. Non riporto le parole letterali, che io magari sono sempre connessa, ma come si fa a registrare la telefonata non l’ho capito… E quindi mentre parlava ho preso appunti con carta e penna.

Insomma l’intervista più preistorica della storia, ma per me bellissima. Avrei voluto continuare a chiacchierare tutta la mattina!

Lisa, prima di tutto, una mia curiosità. Tu vivi senza connessione internet, senza tv e telefono, come mai?

Perché io e il mio compagno, con cui vivo, abbiamo deciso di essere il più possibile essenziali e di eliminare dalla nostra vita tutto il superfluo.

Poco tempo fa una frana ha distrutto la casa in cui abitavamo e abbiamo perso tutto.

Da allora abbiamo percepito il valore transitorio delle cose e abbiamo comprato la prima casa disponibile dove abbiamo solo l’indispensabile. E dove abitiamo, sui Colli Euganei, la connessione non c’è.

E siamo appassionati di natura, di semplicità. Rincorriamo le cose essenziali del mondo.

Liza, tu segui una dieta vegetariana o vegana?

Vegetariana, niente carne e niente pesce.

Da quanti anni?

Da circa 5 o 6 anni

Praticavi già sport quando hai preso questa decisione? Se sì, hai notato delle differenze nelle prestazioni o nei tempi di recupero?

Si, praticavo già sport, ma quando mangiavo ancora carne non correvo distanze così lunghe. Ho aumentato in seguito, quando ormai ero vegetariana.

Io ho sempre avuto problemi con il ferro. Paradossalmente da quando sono vegetariana i miei valori sono migliorati e si sono stabilizzati. Probabilmente perché in seguito a questa scelta faccio più attenzione a come mi alimento.

Quali sono i motivi di questa tua scelta?

E’ una scelta che ho fatto insieme al mio compagno per motivi di salute. La madre del mio compagno infatti è morta a causa di un tumore all’intestino. Noi in seguito a questo fatto ci siamo informati e documentati e abbiamo ritenuto opportuno eliminare le carne a scopo preventivo.

Cosa mangi di solito? Ci racconti una tua giornata tipo?

A colazione bevo una tazza di orzo (il caffè l’ho eliminato perché abbassa i valori del ferro) e di solito mangio frutta secca, cerali integrali e a volte della ricotta col miele.

A pranzo cereali in chicco (quasi mai pasta) e verdure.

Per cena quasi sempre una minestra e proteine sotto forma di legumi o derivati.

Durante il giorno faccio parecchi spuntini di solito a base di frutta secca oppure mangio fichi o datteri.

Quante volte ti alleni a settimana?

Mi alleno ogni giorno e due o tre volte a settimana faccio una doppia seduta.

Lavoro in banca vicino a casa e riesco a gestire il tempo abbastanza bene.

Il primo allenamento lo faccio verso le 6 del mattino, di circa un’ora. Poi vado al lavoro e rientro alle 5 del pomeriggio per il secondo allenamento di 2 ore.

Come ti alimenti quando prepari gare impegnative?

Mangio come al solito aumentando le calorie se ne sento il bisogno.

Fai uso di integratori?

A cicli assumo integratori vegetali di ferro (ma li prendevo anche prima di essere vegetariana).

Poi integro Sali minerali e vitamine ma non faccio alcuna integrazione di proteine.

Come sei arrivata a pensare di correre il Tor?!

Io ho cominciato a correre su strada: maratone e poi ultra maratone. Poi nel 2011 il mio compagno, appassionato di montagna, mi ha convinta ad iscrivermi al Grand Trail della Valdigne, il mio primo trail. L’ho finito piangendo e ho giurato che avrei corso per sempre solo su strada.

Nello stesso anno ho seguito il mio compagno durante il Tor (come accompagnatrice) e mi sono subito innamorata di quella gara, dei paesaggi, dell’atmosfera, di quello che rappresentava. E mi sono ripromessa di correrla anch’io. E ho cominciato ad allenarmi per questo obiettivo e soprattutto ad appassionarmi.

“Il Tor des Géants non è solo una gara. È uno splendido modo per imparare ad odiare ciò che non ci piace di noi stessi e per ritrovarsi poi ad accettarsi e a considerarci un po’ migliori”.

Come ti sei alimentata durante il Tor?

Ho mangiato soprattutto quello che c’era a disposizione ai ristori. Principalmente carboidrati: pastina in brodo, riso in bianco e col pomodoro, torte, biscotti. Pochissimo formaggio. Barrette e frutta secca che avevo portato con me.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

A fine ottobre sarò in Portogallo per i mondiali di Ultratrail.

87 km per 4500 mt di dislivello da correre in una squadra di 5 donne.

Noi tiferemo tutti per te! In bocca al lupo Lisa!

E grazie!

tor16_day7_finish_ph-roberto-roux-20

Ph Roberto Roux

tor16_day07_courmayeur_premiazione_ph_neyroz_giorgio_5ng_0761

Ph Neyroz Giorgio

tor2014_giorno5_lisa-borzani-arrivo_courthoud-ph

L’arrivo di Lisa al Tor 2014

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply