corsa prima pagina recensioni

NUOVI E VECCHI AMORI POST LOCKDOWN CON NOVABLAST E GEL CUMULUS 22 DI ASICS

novablast

L’8 marzo è di per sé una giornata da ricordare: si celebra infatti la giornata internazionale della donna e soprattutto è il compleanno di Stefano, il mio compagno.

Ma l’8 marzo del 2020 sarà ricordato come il primo giorno di lock down in Italia.

Io lavoro in teatro e i palcoscenici avevano già calato i sipari due settimane prima, insieme alle scuole, ahimè.

Quell’8 marzo era domenica e noi come sempre siamo usciti a fare una corsetta di prima mattina (vabbè, diciamo di mattina) ignari del fatto che quella sarebbe stata la nostra ultima corsa per lungo tempo.

Io e stefano siamo tra quelli che, anche se di fatto era consentito correre, seppur con mille restrizioni, hanno deciso di smettere subito, in attesa di tempi migliori.

Niente corse in salotto o in garage, corsa zero, per oltre 2 mesi.

Devo ammettere che mi sono adattata senza problemi alla situazione, ho praticato altri tipi di allenamento casalingo e il riposo, che troppo spesso noi tapascioni trascuriamo, con la conseguenza di trascinarci all’infinito dolori e infiammazioni che probabilmente si risolverebbero semplicemente con periodi di vero stop.

Fatto sta che quando finalmente ho rivisto la luce fuori dalla porta casa, ho allacciato le scarpette e mi sono messa a correre, tutti i dolori, dolorini e doloretti erano spariti.

E dopo le prime 2 uscite, che sono state più faticose di una maratona, ho ripreso a correre molto meglio di prima.

Complice anche tutto il lavoro muscolare fatto nei 2 mesi precedenti e i 3 chiletti lasciati andare grazie anche all’azzeramento totale della vita lavorativa (a noi teatranti piacciono gli aperitivi e le cene notturne, si sa) e sociale.

ASICS  NOVABLAST

Le prime scarpe che ho indossato post lock down sono le NOVABLAST di Asics, praticamente nuove di pacca.

Ricordo che qualche anno fa il responsabile di un famoso negozio di scarpe da running a milano mi aveva detto che se corri sopra ai 4’/km le scarpe sono tutte uguali, una vale l’altra.

Io, che con il mio 4’25/km sulla mezza mi sentivo Bolt, l’avevo trovato un commento arrogante e un po’ offensivo.

Ma un fondo di verità c’è.

Negli anni mi sono convinta che per noi amatori, che corriamo a 4’30 o a 6’/km poco importa, la principale caratteristica di una scarpa debba essere la comodità.

Soprattutto dal momento che la maggior parte di noi utilizza un solo modello, massimo due, con cui poi corre tutti i tipi di allenamenti e gare.

Perciò è importante saper scegliere la scarpa giusta conoscendo le caratteristiche del proprio piede e del proprio appoggio, affidarsi ai consigli di un negoziante di fiducia e provare sul campo.

Quello che di solito cerco io in una scarpa sono: leggerezza, reattività e protezione.

Non amo le scarpe troppo secche, ma nemmeno le ciabattone per intenderci.

Ma spesso mi sono trovata costretta a dover rinunciare alla leggerezza in nome di reattività e protezione.

Per questo mi sono innamorata della nuova NOVABLAST di ASICS.

Una scarpa incredibilmente leggera ma super reattiva, al punto che già alla prima uscita avevo la sensazione che ci avessero messo le molle dentro!

Le ho amate per la sensazione di corsa leggera, facile e protetta che mi hanno trasmesso fin da subito.

Le ho utilizzate davvero tanto, per tutti i tipi di allenamento, dalle corsette lente della domenica alle ripetute, su strada e in pista.

In tutte le situazioni le ho trovate davvero compagne straordinarie.

Non leggo mai la scheda tecnica o il comunicato prima di provare una scarpa, per non farmi condizionare.

Così, solo dopo averle provate, ho scoperto che il design dell’intersuola della NOVABLAST prende ispirazione da un trampolino, per consentire ai runner di effettuare quasi dei balzi tra un passo e l’altro.

Che poi è l’essenza della corsa: la famosa fase di volo!

La sua nuova intersuola FLYTEFOAM Blast dona alla scarpa una sensazione sotto il piede morbida ma reattiva: proprio come se una molla ti spingesse ad ogni passo.

Il tessuto della tomaia è un mesh che offre un eccellente flusso d’aria e aiuta a mantenere il piede fresco, ideale in questa stagione.

La tomaia è progettata per essere non solo morbida e confortevole, ma anche resistente e dal grande supporto, senza bisogno di sovrapposizioni cucite o saldate.

La suola della NOVABLAST utilizza la gomma AHARPLUS di ASICS, che ha il triplo della resistenza all’abrasione rispetto alla tradizionale suola ASICS: dunque la promessa è quella di una durata superiore, oltre che di una maggiore trazione.

Anche se noi sappiamo che, per quanto possa essere resistente una scarpa, dopo un tot di km è meglio sostituirla, anche se in buone condizioni.

ASICS GEL CUMULUS 22

Come credo di aver raccontato già altre volte, le Cumulus sono state le mie prime scarpe da corsa.

Ci ho corso di tutto: dalle maratone fino al personale in mezza. A conferma che spesso gli amatori quando trovano la scarpa giusta poi la usano per tutto, al di là delle caratteristiche specifiche del modello.

Ho abbandonato le Cumulus pochi anni fa, quando ho sentito che peso e ritmo conquistato mi consentivano di provare ad avvicinarmi a scarpe più leggere.

Le GEL-CUMULUS 22 si confermano scarpe davvero comode e confortevoli fin dalla prima calzata, ma senza essere pesanti e ‘presenti’ durante la corsa come temevo.

Questa edizione è decisamente più leggera delle precedenti e si sente!

Allo stesso tempo la Cumulus a mio parere si conferma un’ottima scarpa per tutti i tipi di runners con appoggio neutro, dal maratoneta esperto al neofita, comoda, ben ammortizzata, protettiva.

Questa versione aggiornata presenta una tomaia monopezzo in rete unita a una struttura con stampa 3D senza cuciture che bilancia sostegno e comfort attorno al piede, garantendo una calzabilità eccezionale fin da subito.

L’intersuola con tecnologia FLYTEFOAM è più morbida rispetto alla versione precedente, in modo da favorire una corsa ben ammortizzata.

L’area sotto il tallone è stata riprogettata per isolare meglio gli impatti e rendere meno traumatico il contatto con il suolo.

Un resistente composto in gomma AHAR è stato posizionato nei punti di maggiore contatto della suola, in modo da garantire che la scarpa GEL-CUMULUS 22 possa resistere per molti chilometri.

Non vi resta che provare e scegliere la vostra Asics preferita.

Buone corse!

Michela


Puoi acquistare ASICS NOVABLAST qui

Puoi acquistare ASICS GEL CUMULUS 22 qui


Michela Montagner
Vegan runner e blogger
Terapista alimentare
Consulenze personalizzate e Corsi di cucina anche on line
Mail: info.runveg@gmail.com

You Might Also Like