articoli vari corsa eventi prima pagina

32″.16 TRENTADUE SECONDI E SEDICI, IN SCENA LA STORIA DI SAMIA l’atleta olimpica morta tentando di arrivare in Italia

Il teatro, come sapete, è la mia prima passione.

Una passione grande che ho trasformato nel mio lavoro, da quasi 20 anni.

L’Atir (Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca) di Serena Sinigaglia è il primo gruppo teatrale con cui ho lavorato.

Nel 1998, quando io frequentavo ancora la Scuola Civica di Arte Drammatica Paolo Grassi e il gruppo di Serena si era appena formato grazie alla passione sua e di altri giovani attori e operatori appena usciti dalla scuola.

Ricordo quegli anni con grande nostalgia e affetto, anni in cui il mio mondo andava a 200 all’ora e le passioni erano tutto, ti consumavano e occupavano tutti gli spazi.

Oggi siamo diventati tutti grandi. L’Atir ha fatto tanta strada e gestisce un teatro tutto suo a Milano, il Teatro Ringhiera, che ha svolto e svolge un importante ruolo sociale di aggregazione e di riqualificazione del quartiere in cui si trova. Serena è una regista affermata che lavora anche con i più importanti teatri ed enti lirici italiani.

Vi racconto questa storia perchè questa settimana debutta al Teatro Ringhiera 32″.16 TRENTADUE SECONDI E SEDICI, la nuova produzione di Atir con la regia di Serena Sinigaglia che racconta la storia di Samia Yusuf Omar.

Chi era Samia?

2008. Olimpiadi di Pechino. Samia Yusuf Omar viene ripresa da tutte le telecamere del mondo accanto ai mostri sacri dell’atletica, corre per i 200 metri. E’ ultima, quasi dieci secondi di distacco dalla prima. Dieci secondi nei 200 metri sono un tempo infinito. Il tempo di Samia: 32.16.

2012. Il Corriere della Sera pubblica una notizia.

‘Atleta somala muore su un barcone per raggiungere l’Italia: avrebbe voluto partecipare alle Olimpiadi di Londra.’

Samia ha viaggiato attraverso Etiopia, Sudan e Libia con l’intento di giungere in Europa per trovare un allenatore che la mettesse in grado di partecipare alle Olimpiadi di Londra 2012, ma è annegata nel naufragio dell’imbarcazione diretta a Lampedusa.

Racconta la regista Serena Sinigaglia:

“Ho conosciuto la storia di Samia grazie al bel libro di Catozzella “Non dirmi che hai paura” e grazie alla segnalazione di amici che lavorano in Sky. Mi sono appassionata subito. Perché la questione dell’immigrazione, perché la questione dell’accoglienza e perché lo ‘scontro di civiltà’… insomma il nostro presente è questo, ci piaccia o meno. Ma mi sono appassionata anche perché da bambina ho vissuto (e a lungo) proprio in Somalia, proprio a Mogadiscio, dove Samia è nata e da dove Samia è scappata per intraprendere il ‘viaggio’.

Il ‘viaggio’ di Samia è anche il mio viaggio e il viaggio di tutti coloro che guardano con pena e preoccupazione a quanto succede ogni giorno a largo di Lampedusa.”

32″.16 TRENTADUE SECONDI E SEDICI

DA MARTEDÌ 08 NOVEMBRE 2016 A DOMENICA 20 NOVEMBRE 2016

regia Serena Sinigaglia | drammaturgia Michele Santeramo | con Tindaro Granata, Valentina Picello, Chiara Stoppa | scene e costumi Stefano Zullo | colonna sonora Silvia Laureti | luci Sarah Chiarcos | video Elvio Longato | assistenti alla regia Enrico Baraldi, Mila Boeri, Giulia Sarah Gibbon, Martina Testa | assistenti scene e costumi Marianna Cavallotti, Arianna Summo, Eleonora Peronetti, Martina Dimastromatteo | foto di scena Serena Serrani | produzione ATIR Teatro Ringhiera | con la collaborazione di NABA Milano – Nuova accademia di Belle Arti | con il sostegno di NEXT 2015


(spettacolo consigliato ad un pubblico maggiore 14 anni )

ORARI SPETTACOLI martedì/giovedì e venerdì ore 20.45,
mercoledì e sabato ore 19.30, domenica ore 16.00

TEATRO RINGHIERA

via Boifava 17 – Milano

PROMOZIONE SPECIALE PER I LETTORI DI RUN VEG.

Prenotazione all’indirizzo mail: [email protected] indicando nell’oggetto “PROMO RUN VEG” biglietto a 12,00€ cad anziché 18,00€. 

Acquisto online al link bit.ly/biglietteriatir inserendo il codice sconto: 19352

DA NON PERDERE!

Samia Yusuf Omar alle Olimpiadi di Pechino 2008

samia1

Gli interpreti dello spettacolo Valentina Picello, Chiara Stoppa e Tindaro Granata

samia2

Gli interpreti dello spettacolo da sinistra Chiara Stoppa, Tindaro Granata, Valentina Picello

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply