alimentazione prima pagina ricette

Crema di cereali: la colazione che nutre corpo e mente

La colazione è un po’ il cruccio di tutti.

Quando farla, cosa mangiare.

Eppure la colazione del mattino è il pasto più importante della giornata.

C’è chi proprio non ce la fa a mangiare appena sveglio. E chi invece consuma la colazione frettolosamente, in piedi, a casa o al bar, a volte solo un caffè, a volte anche una brioches e nel migliore dei casi qualche biscotto o un paio di fette biscottate.

Ma cappuccino e brioches (anche quelle integrali o vegane!), latte e biscotti, thè zuccherato con fette biscottate e marmellata hanno un contenuto pressochè nullo di proteine e in più alzano pazzescamente la glicemia creando un picco glicemico che avrà come conseguenze: calo di concentrazione, sbalzi di umore e sensazione di fame.

Per sopperire a questi disagi andremo di nuovo in cerca di caffè, zuccheri e prodotti da forno, e le montagne russe della glicemia ricominceranno il loro giro.

Inoltre ormai sappiamo che i prodotti da forno e in generale ciò che ha consistenza secca e dura (quindi biscotti, fette biscottate, crostate, pane, torte oltre che pizza, focaccia, grissini, taralli, ad es. ma anche le gallette) favoriscono irrigidimento e accumuli.

Il loro effetto contraente e la tendenza a depositarsi in profondità li renderebbe corresponsabili di tutta una serie di indurimenti e formazioni come cisti, e addirittura fibromi, tumori e altre masse simili, ma anche di un irrigidimento generale, che a sua volta può causare dolori muscolari, articolari e problemi vari.

[Se volete approfondire questo argomento vi rimando all’articolo: Prodotti da forno e dolori muscolari]

La cosa migliore quindi sarebbe di consumare i prodotti da forno per colazione solo saltuariamente  per il piacere di mangiarli ed eliminare gli zuccheri semplici utilizzando come fonte di zuccheri i cereali integrali, in chicco ancora meglio che in fiocchi.

Io da tempo mi sono abituata a fare a meno dello zucchero e del forno a colazione (salvo per qualche buona torta home made che preparo per voi ma che poi mangio io!).

E la mia colazione preferita è diventata la crema di cereali, che preferisco anche al porridge.

Con le crema di cereali ci abitueremo ad apprezzare il sapore naturalmente dolce del cereale cotto molto a lungo (più si cuoce più diventa dolce) e piano piano potremo liberarci dall’abitudine al sapore zuccherato degli alimenti.

Accompagnata – a seconda della stagione – da frutta fresca, frutta secca, frutta cotta o disidratata, semi oleosi, creme di frutta secca (nocciole, mandorle, arachidi) e composte di frutta.

E se preferiamo la colazione salata possiamo condire la crema con gomasio, salsa shoyu, tahin o miso.

In questo modo aumenteremo notevolmente anche la quota di proteine presenti nella colazione ottenendo il doppio vantaggio di rallentare l’appetito e di alzare i picchi metabolici del mattino che rinforzano la nostra struttura muscolare. Fondamentale se facciamo sport!

Ma ecco come si prepara la crema di cereali!

Ingredienti

¾ di tazza di riso integrale a chicco tondo

¼ di tazza di miglio

4 tazze di acqua

A piacere:

malto di riso

uvette

frutta secca

cannella, vaniglia

marmellata

shoyu

miso

tahin

gomasio

Mettete in una pentola dal fondo spesso il riso con l’acqua e portate a ebollizione. Aggiungete un pizzico di sale marino integrale, coprite e fate cuocere per circa 2 ore.

Ogni tanto girate per evitare che si attacchi sul fondo.

A fine cottura volendo potete frullare il riso per ottenere una consistenza ancora più cremosa.

Potete quindi condire la vostra crema come preferite.

Con queste dosi ne viene un po’, ma si conserva in frigorifero tranquillamente per 4-5 giorni.

Per riscaldarla basta aggiungere un pochino d’acqua e riscaldare qualche minuto. In estate potete anche consumarla a temperatura ambiente.

La crema di cereali è quasi una “medicina”, perché nutre in profondità il corpo e la mente.

Per goderne a pieno i benefici andrebbe masticata a lungo. Più la masticate e più sentirete il gusto dolce del cereale già esaltato dalla lunga cottura.

Ho visto il Dottor Berrino masticare un boccone di crema di cereali per un tempo infinito.

La masticazione – ha spiegato Berrino – può essere una forma di meditazione.

Consumata a colazione la crema di cereali regala energia per tutta la mattina, stabilità glicemica, ma anche emotiva, concentrazione e lucidità, oltre che nutrimento.

Perfetta anche post allenamento (se rientriamo a casa tardi la sera ad esempio) o come colazione pregara, purché mangiata un paio d’ore prima.

Ma anche se non avete fatto niente, come me stamattina!

Godetevi semplicemente questa coccola.

crema di cereali

una versione invernale con grano saraceno, marmellata di mirtilli neri e granella di mandorle

crema di cereali

crema di riso con cannella, uvette e madorle

crema di cereali

La mia versione estiva di crema di riso e miglio con uvette, cannella e frutti di bosco

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply