alimentazione articoli vari corsa prima pagina

SICURA E VAI! (o del correre in quei giorni)

Ricordate quella pubblicità anni ’80 che ci mostrava una bionda paracadutista sorridente un attimo prima di lanciarsi dall’aereo: sicura e vai!

Da ragazzina mia mamma ci diceva sempre, a me e a mia sorella, che  le mestruazioni non erano mica una malattia e che si doveva fare tutto come se nulla fosse.

E quindi tra spot di assorbenti e dictat materni sono cresciuta abituata a sopportare crampi e dolori senza troppe storie.

Ma il ciclo è quella cosa che arriva quasi sempre al momento sbagliato nel posto sbagliato: tipo quando abbiamo una settimana di vacanza e arriva appena vediamo il mare.

Cosa fare poi se dobbiamo allenarci, o peggio, se dobbiamo affrontare una gara proprio in quei giorni?

Io confesso che delle volte prima di iscrivermi a una gara importante provo a fare qualche calcolo…

Ma purtroppo non sono fortunata come certe donne che ogni mese spaccano il secondo, il mio ciclo si presenta random, proprio a caso, quasi sempre inopportuno e dolorosissimo. Quindi quasi inutile fare conti.

Mi viene una pancia che sembro E.T. e soprattutto per 3/4 giorni sono dolce come uno yogurt al limone… e con un po’ di fortuna potreste vedermi sputare verde come Linda Blair nell’Esorcista.

La domanda che molte donne si fanno è se vi sono controindicazioni alla pratica della corsa (e dell’attività sportiva in genere) durante i giorni del flusso. In linea generale la risposta è NO.

Non esistono particolari controindicazioni. Certo, può essere sensato saltare l’allenamento nel caso in cui le mestruazioni siano particolarmente dolorose.

Se invece i dolori mestruali consentono di allenarsi, è molto probabile che la produzione di endorfine indotta dall’attività fisica agisca persino da antidolorifico! A me è successo.

Eventualmente, basandosi sulle proprie sensazioni, l’allenamento in programma può essere alleggerito.

Insomma, vale la regola d’oro: ascoltiamoci!

Il nostro corpo di solito si esprime bene e chiaramente.

Basta saperlo ascoltare.

Anche in questo caso alimentarsi nel modo giusto può rivelarsi più utile di qualsiasi farmaco.

Gli alimenti da evitare durante i giorni delle mestruazioni, in quanto favoriscono crampi, mal di testa, sonnolenza, sono: alcol, zucchero raffinato, cibi piccanti e molto salati, fritture, latticini, grassi animali.

Come sempre si dovrebbe arricchire la propria alimentazione con ortaggi, frutta e verdure a foglia verde, ricche di calcio, magnesio e potassio, che alleggeriscono e prevengono gli spasmi.

Questi minerali possono anche avere un effetto calmante e rilassante, riducendo il senso di irritazione.

Per condire si possono usare spezie come lo zenzero, i semi di finocchio, il timo, i semi di lino, la cannella.

Queste spezie sono considerate alla stregua di veri e propri medicinali naturali in grado di alleviare i fastidi più comunemente accusati dalle donne durante il ciclo.

Preferite i cibi che contengono magnesio, benefico in caso di dolori mestruali: le mandorle, le nocciole, le noci e tutta la frutta oleosa in genere, il mais, le lenticchie, la soia, i cereali integrali, le patate.

Volendo è possibile integrare anche con il MAGNESIO SUPREMO, da prendersi la sera: un cucchiaino sciolto in acqua tiepida. Un valido aiuto contro i dolori mestruali e la sindrome premestruale.

Ottime anche le tisane ad azione calmante come la malva, il tiglio, la camomilla e il sempre valido zenzero.

Infine, per alleviare i dolori, un altro buon rimedio sono i PEDILUVI (l’acqua tiepida e fino a coprire la caviglia) a base di senape in polvere o cannella o zenzero (che favorisce il sonno).

Buone corse!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply