alimentazione corsa prima pagina

COME PREPARARSI ALL’AUTUNNO PER EVITARE I MALANNI DI STAGIONE

Le vacanze ormai sono già un ricordo sbiadito e, anche se le temperature sono ancora altissime, tra pochi giorni il calendario segnerà l’inizio dell’autunno.

Per non farsi trovare impreparati ai primi freddi e cadere vittima dei cosiddetti ‘malanni stagionali’ è importante mettere in atto fin da subito qualche piccolo accorgimento.

Tutti in estate, soprattutto in vacanza viviamo di eccessi e disordine, quindi per cominciare è importante ritrovare l’armonia con l’ambiente esterno.

Avete mai fatto caso che in corrispondenza dell’autunno siamo vittime soprattutto di raffreddori mentre in primavera sono più frequenti i febbroni?

La spiegazione ci arriva dalla macrobiotica.

In estate per creare equilibrio e armonia tra il nostro corpo e l’ambiente esterno molto caldo abbiamo bisogno di rinfrescarci. E lo facciamo attraverso alimenti la cui energia (yin) raffredda il corpo: frutta cruda, anche tropicale, latticini freschi, gelati, yogurt, olio crudo, verdure crude.

L’energia yin, espansiva, sale verso l’alto. Se accumuliamo eccessi di yin (come avviene in estate) verranno ‘stoccati’ in alto nel corpo e vicino alle vie di uscita più comode (vie respiratorie) o in superficie (per uscire dalla pelle). Ecco spiegati i raffreddori di settembre e gli eritemi sempre molto frequenti in estate.

Ad ogni cambio di stagione quindi deve cambiare anche il nostro modo di alimentarci.

Ora che ci stiamo avvicinando all’autunno, l’organismo necessita di alimenti in grado di equilibrare il freddo in arrivo, per creare armonia con l’ambiente esterno.

La nostra cucina ci deve riscaldare.

Il vero problema di oggi è che la sera rientriamo in case iper riscaldate, togliamo la giacca, mettiamo le mezze maniche e ci prepariamo un’insalata.

Ma cosa preferiste mangiare tra una zuppa e un’insalata se vi trovaste all’aperto o in una casa senza riscaldamento?

Al nostro corpo non importa del riscaldamento di casa nostra.

Quando fuori fa freddo, dentro deve fare caldo e viceversa. Se fuori c’è yin, dentro deve esserci yang.

Per trovare questo equilibrio il corpo cerca di eliminare l’energia rinfrescante (yin) accumulata durante l’estate per sopportare il caldo (yang) e di caricarsi lentamente di energia riscaldante (yang) per sopportare il clima freddo (yin) dell’inverno.

Se non lo aiutiamo a liberarsi dello yin in eccesso rischiamo quindi di esporci più facilmente ai malanni invernali: raffreddore, influenza, debolezze immunitarie come bronchiti e infezioni varie.

Per introdurre in modo corretto lo yang nel nostro corpo le parole chiave sono: cremoso, caldo e dolce.

E’ ora di abbandonare o almeno ridurre le insalatone, le macedonie, la frutta cruda, i gelati (anche se con latte vegetale), i succhi di frutta e le bevande fredde, ovvero gli alimenti dall’energia molto yin. Anche l’olio crudo è raffreddante, quindi è bene ricominciare ad utilizzarlo soprattutto cotto.

E’ importante anche adattare i metodi di cottura al cambio di stagione.

Ricominciamo ad allungare le cotture con stufati, minestre calde e cibi saltati.

Concediamoci condimenti più abbondanti e sapori più pieni. Se seguiamo un’alimentazione totalmente vegetale con il freddo va bene anche qualche frittura ogni tanto (meglio con olio di sesamo), che ha in sè una forte energia yang che riscalda e tonifica.

E’ anche ora di reinserire gradualmente (li possiamo mischiare) i cereali tipicamente invernali come riso dolce (mochi), avena, grano saraceno e il miglio, che asciuga l’umidità del corpo, e di consumare spesso verdure dolci e tonde (cipolla, carota, zucca, cavoli), che ci aiutano a contrastare la voglia di dolce, sono curative per stomaco, milza e pancreas e rinforzano il sistema immunitario!

Infine non dimentichiamoci di usare i malti: di riso, di mais, d’orzo e di frumento.

Dolcificanti naturali derivati dai cereali assommano alle qualità di gusto dello zucchero un apporto nutritivo che tonifica l’intero organismo, con un’azione specifica sul sistema nervoso.

Il loro utilizzo costante regala energia e migliora il tono dell’umore, spesso incupito dalle prime giornate autunnali.

Con questi semplici accorgimenti affronteremo la stagione fredda e gli allenamenti invernali in forze e pieni di energia!

verdure-dolci-stifate-1024x1024

Verdure dolci stufate (clicca per la ricetta)

zuppa-di-iglio-orizzontale-1024x777

Zuppa di miglio, porri e zucca  (clicca per la ricetta)

Budino di cachi e crema di mandorle (clicca per la ricetta)

zuppa

Zuppa di verdure con miso e legumi

crocchette

Crocchette di fagioli azuki

You Might Also Like